Will a Sanremo 2023

Sanreno 2023. Will al Festival con Stupido si racconta: “Adoro De Andrè e Giorgia”. Intanto studia canto e prepara lo “Stupido Tour Venti23”

di Stefano Fabrizi

Ci piace Will: spontaneo, maturo e pulito. Il ragazzo poco più che ventenne sarà in gara dal prossimo 7 febbraio al Festival di Sanremo 2023 e presenterà il brano “Stupido”. Lo abbiamo incontrato via streaming il 19 gennaio in una conferenza stampa nell’etere affollatissima durante la quale ha annunciato che a maggio partirà con lo “Stupido Tour Venti23”.

Will al secolo William Busetti, è una delle penne più originali, fresche e carismatiche della nuova scena pop urban contemporanea, una vera e propria icona che a poco più di 20 anni si è fatto notare con la sola forza della sua musica e delle sue parole. E noi siamo pronti a scommettere su di lui.

Will durante lo streaming

Sul palco dell’Ariston con i grandi

Tanta adrenalina e tanta voglia di far bene per questo appuntamento con il palco dell’Ariston. “Sveglia alle 7 e tutti i giorni lezione di canto  – ci racconta Will  – voglio arrivare preparato: non voglio deludere chi mi sta accanto e tantomeno me stesso. In casa c’è aria di musica da sempre: mio padre italiano e mia madre anglosassone. Sono venuto su a suon di Beatles e De Andrè. La prima canzone che ho imparato è Bocca di rosa. Comunque, ascolto anche Marrakech e Fabri Fibra. Durante le selezioni per Sanremo Giovani ho già incontrato alcuni big. Ma in realtà non vedo l’ora di vedere e ascoltare Giorgia. Ho un debole da sempre per lei. Ha una voce stupenda”.

Come si diventa cantautori

“Come dicevo – prosegue Will – in casa si è sempre respirato aria di musica. Ho iniziato così a scrivere e a comporre. Buttavo giù dei pensieri, poi li riprendevo e li sviluppavo. Provavo la musica. Un’alchimia di emozioni che a mano a mano prendevano corpo. Una bella sensazione per poter comunicare con gli altri. E con il live c’è una grande gratificazione personale. Davvero inimmaginabile. Ed ecco Will.”. 

Lo sport, che passione

“Ho praticato il calcio fin da piccolo con discreti risultati. Chissà, magari mi chiameranno per far parte della Nazionale Cantanti. E se mi chiedete per quale squadra tifo, nessun problema: l’Inter. Comunque, lo sport mi ha insegnato il lavoro di squadra e l’importanza di mantenere il fisico in forma. E a proposito di calcio. Non so se sono nella rosa del FantaSanremo, ma non nego che mi piacerebbe esserci”.

Will a Sanremo 2023

A Sanremo solo con il fratello

“In tanti mi hanno chiesto di accompagnarmi a Sanremo, ma ho detto di no a tutti. Per primi ai miei genitori, mi metterebbero troppo ansia. Non ci sarà poi nessuna ragazza, visto che non ne ho. Com me ci sarà solo mio fratello Benjamin che già conoscete: durante il provino che feci per X Factor fu più inquadrato di me!”

Stupido il brano in gara al Festival della Canzone Italiana

“Stupido”, scritta da Will insieme a Simone Cremonini ed Andrea Pugliese e coprodotta da Tom e Zef, sarà presentata per la prima volta proprio sul palco dell’Ariston e uscirà nella settimana del Festival su etichetta Capitol Records (Universal Music Italy). Il brano anticipa l’uscita del primo disco d’inediti dell’artista atteso per i prossimi mesi.

Will a Sanremo 2023 - La cover di Stupido

“Stupido è un brano – scrive Will – in cui tutti si possono ritrovare – dichiara Will – a molti di noi è infatti capitato almeno una volta nella vita di sentirsi stupidi, facendo delle cose stupide anche per amore. Il tema principale di stupido ruota attorno alle molteplici declinazioni e sfaccettature dell’amore, inteso nella sua accezione più universale. Il brano racconta di storie e intrecci d’amore in cui ci siamo persi e ritrovati, quell’amore che, proprio per le emozioni di cui ti nutre in alcuni momenti della giornata quando ti fermi a pensare ti fa sentire “piccolo” e in altri ti fa sentire un “gigante”.

Il momento migliore per ascoltare questo brano a mio avviso è a fine giornata. Ogni giorno si vivono emozioni forti che in qualche modo ti segnano e che ti porti nei pensieri fino a tarda notte. E’ proprio in questi momenti in cui ti scorrono davanti le immagini della quotidianità che il brano trova la sua massima espressione. Stupido vuole anche essere uno slogan: non bisogna avere paura di esternare le proprie emozioni e fragilità, l’importante è sempre agire in maniera autentica e vera anche se in alcuni momenti possiamo sembrare degli stupidi. Anche la fine di una relazione di qualsiasi natura in cui l’amore è protagonista porta con sè ferite, dolori e cicatrici difficili da ricostruire, e nonostante spesso mentiamo a noi stessì facendo gli stupidi, voltare pagina non è mai facile.

Sono felicissimo e orgoglioso di poter portare a un pubblico così ampio la mia musica, grato alla commissione che ha creduto nel mio progetto consentendomi di realizzare un sogno che mai avrei pensato potesse realizzarsi. Sono particolarmente legato a “Stupido” e l’avevo tenuta per un’occasione importante, sono contento possa essere la mia compagna di viaggio per questo Sanremo 2023. Un pezzo più maturo sia nelle parole che nelle melodie che spero possa emozionare arrivando a tantissime persone, sicuramente un pezzo sincero e sentito, a tratti anche terapeutico e malinconico che si apre nel ritornello e ti fa venire voglia di cantare”

E a maggio si parte con lo “Stupido Tour Venti23”

Will dopo aver superato con successo la finalissima di Sanremo Giovani con il brano “Le cose più importanti”, sarà grande protagonista dal prossimo 7 febbraio al Festival di Sanremo 2023 e presenterà il brano “Stupido”. Il giovane artista che negli ultimi anni è riuscito a conquistarsi con costanza e determinazione un posto nella scena musicale contemporanea italiana si prepara così a calcare per la prima volta l’ambitissimo palco dell’Ariston tra i Big della canzone italiana. A Maggio Will si prepara inoltre a tornare finalmente alla dimensione live con lo “ Stupido Tour Venti23”, organizzato e prodotto da Magellano Concerti. Queste le prime date annunciate del tour: 3 Maggio a Milano (Magazzini Generali), 4 Maggio a Padova (Hall) e 11 Maggio a Roma (Orion).

Biglietti disponibili in prevendita su TicketOne e Ticketmaster dalle ore 18.00 di oggi.

Per tutte le info sui biglietti: www.magellanoconcerti.it

La biografia

William Busetti, in arte Will nasce nel 1999 a Vittorio Veneto e trascorre la sua adolescenza a Soligo. Da bambino pratica il calcio, ottenendo promettenti risultati a livello giovanile, e ascolta tanta musica. Alla fine del liceo la passione per la musica prende il sopravvento e Will inizia a scrivere i primi testi, ispirato soprattutto dalle canzoni rap italiane che ascolta come valvola di sfogo per evadere la monotonia della vita di provincia.  Alla fine del 2019 pubblica i suoi primi brani su YouTube seguiti da un EP. Spinto dai risultati positivi dei suoi primi progetti, Will si convince che la sua musica può diventare più che una passione. E’ nel 2020 con il brano “Estate che Will arriva al grande pubblico. Il brano (certificato disco di platino), liberamente ispirato a “Someone you loved” di Lewis Capaldi, ha superato oltre 30 milioni di stream totali solo su Spotify, conquistando anche la cover della playlist “Generazione Z” dedicata alle giovani promesse della musica italiana. A Giugno 2022 l’artista pubblica il suo primo Ep “Chi sono veramente” su etichetta Capitol Records (Universal MusIc Italy) la cui uscita è stata accolta con milioni di ascolti, segue nell’autunno un mini tour invernale da sold out nelle principali città italiane. Dopo aver superato la finalissima di Sanremo Giovani con il brano “Le cose più importanti” il giovane artista si prepara a calcare per la prima volta il palco dell’Ariston fra i Big a Sanremo 2023 con il brano “Stupido”.

La partecipazione a Sanremo di Will arriva in seguito al successo di brani come “Estate” già certificato disco di platino, “Anno Luce”, “Domani che fai?” “Capolavoro”, “Chi sono veramente”, “Più forte di me”, che hanno complessivamente superato 100 milioni di stream, facendo arrivare al grande pubblico un talento genuino e puro, un ragazzo semplice che è cresciuto ascoltando tantissima musica, influenzato dal british pop dai gusti della madre di origini inglesi, e dal cantautorato italiano, spinto dalla passione del padre.

Grazie alla partecipazione al prossimo Festival di Sanremo Will prosegue così il suo nuovo percorso artistico e personale, la naturale evoluzione pop di un giovane fuoriclasse della musica che ha trovato la sua vera identità: un musicista estremamente talentuoso che è riuscito in poco tempo a mostrare la sua vera essenza, svelando le fragilità che anche un giovane ragazzo può incontrare. Un percorso raro di estrema sensibilità in cui Will è riuscito ad aprire il suo cuore, la sua mente e la sua musica, come pochi altri alla sua età, verso ulteriori orizzonti sonori in cui l’attitudine pop abbraccia sapientemente il mondo urban.

A cura di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *