Armocromia: dimmi che colore preferisci e ti dirò che bellezza sei Ecco la scienza dei colori per il nostro viso

Armocromia: dimmi che colore preferisci e ti dirò che bellezza sei Ecco la scienza dei colori per il nostro viso

di Federica Buroni

Dimmi che colore preferisci e ti dirò che bellezza sei. Suona un po’ così l’armocromia, disciplina che consente, tramite l’analisi del mix pelle, occhi e capelli, d’individuare una serie di tonalità tali da esaltare i colori naturali del viso. Risultato? Semplice: siamo più belle, in forma e più giovani. Mica male. 

Nessun miracolo o magia;  così è la scienza dei colori che ci insegna  a valorizzare la nostra bellezza naturale.  Possiamo, dunque, capire perché alcuni colori ci donano di più e altri no e non solo per l’abbigliamento ma anche per il trucco e la colorazione dei capelli. In una parola,  l’armocromia tira fuori il bello da ciascuno di noi Da chiarire: non è un gioco ma un’indagine profonda che richiede competenza e attenzioni.  Ne sa qualcosa Rossella Migliaccio, curatrice d’immagine ed esperta di colore, fondatrice dell’Italian Image institute e autrice del libro “Armocromia, il metodo dei colori amici che rivoluziona la vita e non solo l’immagine”. Proprio lei, la Migliaccio, ha portato l’armocromia in Italia . Una vera rivoluzione dal momento che ci consente di scoprire tutti i colori e andare alla conquista del mondo.


Le stagioni

Le tipologie cromatiche vengono suddivise in 4 gruppi che corrispondono alle 4 stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Il nome delle stagioni è solo per richiamare il colore della natura nelle sue diverse fasi. Per scoprire a quale stagione si appartiene, si può fare un test oppure rivolgersi ad un professionista del settore. Per un’analisi approfondita, meglio un professionista . Ci sono, però, alcune linee guida per una rapida autoanalisi.  Gli elementi che vengono presi in considerazione dall’analisi armocromatica sono pelle, occhi e capelli (colore naturale, ovviamente) studiandone le caratteristiche cromatiche (sottotono, valore, contrasto e intensità) e replicandole nel look per esaltare i colori. Il primo elemento da considerare è il “sottotono” della pelle, che rappresenta la temperatura del nostro incarnato, che quindi può essere freddo o caldo.


Test fai da te

 Se non si ha tempo,  si può il test anche fare on line. L’importante, prima di effettuare il test, è di struccarsi del tutto e d’ indossare una t-shirt bianca; quindi, bisogna munirsi di uno specchio e di una sedia posizionati in una stanza ben illuminata, dove la luce del sole non è diretta; per  capire  a quale stagione si appartiene, basta rispondere ad alcune domande ( il test si trova su Internet). Un test efficace e immediato è anche quello di valutare se stiamo meglio con i gioielli in metallo dai colori caldi come oro, giallo, rosa e rame oppure freddi come argento, acciaio, platino. Vale poi il confronto diretto con i colori , estraendo dall’armadio o dal beauty il contenuto e accostarlo al viso allenandoci così a confrontare le varie tonalità.


Le stagioni

Alla Primavera appartengono le persone che hanno la pelle dal sottotono caldo e i  colori sono il pesca, corallo ma anche il rosso geranio e tutti i colori caldi e brillanti; all’autunno, le persone hanno il sottotono caldo e colori sempre caldi come pesca, albicocca, terracotta e mattone. L’estate, in armocromia, è una stagione fredda e le persone estate hanno una pelle molto chiara e rosata e i colori, quindi, sono freddi e chiari, i nude ma anche i rosati e delicati, Infine, l’inverno, la stagione dai color freddi e intensi e i colori top sono bianco e nero ma anche il blu e il verde smeraldo.


Potete trovare Federica Buroni su Instagram: https://www.instagram.com/fede_lifebeauty/


A cura di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *