bakuchiol pianta

Ecco il bakuchiol, l’alternativa naturale al retinolo

Federica Buroni

Sempre belle e in salute. Ancor più ora,  con il bakuchiol, l’alternativa naturale al retinolo. E’ una delle ultime mode, ormai molto diffuse  tanto che una star come Gwineth Paltrow  lo ha utilizzato per creare una linea di skincare Goop Beauty, un olio per il viso, a base di un prodotto che la stessa attrice definisce miracoloso per ridurre le rughe e rendere la pelle più compatta e luminosa. Bellezza e benessere a braccetto. Un binomio davvero da guinness.

bakuchiol fiore

Cosa è

Il bakuchiol viene estratto dai semi di Psoralea corylifolia, più nota come Babchi, che si trova in Asia, India e Cina. E’ sempre stato utilizzato nella medicina ayurverdica e in quella cinese. Usato puro o assieme ad altri ingredienti come la vitamina C, per creare prodotti di skincare , il bakuchiol ha molte proprietà: è ottimo contro le rughe, contro l’acne ma è anche in grado di stimolare la produzione di collagene e di elastina. Inoltre, attenua e non poco le macchie scure della pelle. Ecco perché come prodotto è molto simile al retinolo, composto fondamentale nella lotta contro l’invecchiamento cutaneo. La differenza, però, è che si tratta di un ingrediente del tutto naturale e, quindi, privo di controindicazioni e possibili effetti nocivi. Non a caso può essere usato anche in gravidanza e in allattamento.

Le proprietà

Il bakuchiol è un derivato dai semi di Babchi, una pianta che si presenta come un composto oleoso e sin dall’antichità è considerato una sorta di elisir di bellezza. E’ infatti un’ottima alternativa naturale al retinolo e al botox.  Per questo, tutte le creme e i sieri che lo contengono svolgono una funzione antiage importante ma sono anche ottimo supporto nella lotta contro l’acne e le macchie scure che, specialmente con l’avanzare dell’età, sono sempre più numerose.  Ma non c’è solo questo. Il bakuchiol, infatti, stimola anche la rigenerazione cellulare e dunque la produzione di collagene ed elastina. Il tutto senza avere eventuali effetti collaterali come potrebbe averli il retinolo. Che, per esempio, non può essere utilizzato dalle donne incinte. Senza contare che questo prodotto non dà problemi di fotosensibilizzazione: a differenza dei cosmetici a base di retinolo, i prodotti con il bakuchiol si possono usare sia di giorno sia di notte senza  particolari precauzioni. Il retinolo è un derivato dalla vitamina A e, proprio per ciò, non essendo naturale, può causare prurito o irritazione. C’è anche uno studio che conferma la validità del bakuchiol: è targato 2018 ed è del British Journal of Dermatology . Si tratta comunque di un composto nuovo e ancora poco studiato , che però ha già suscitato l’interesse di molti brand cosmetici.

bakuchiol cosmesi

Come agisce

Questo prodotto agisce sulla pelle con un leggero effetto esfoliante che elimina le cellule morte e questo, naturalmente, favorisce la rigenerazione cellulare ; inoltre assicura un’ idratazione profonda ed intensa. Il bakuchiol fa già parte di molte creme antiage. Gli esperti sconsigliano di usarle dopo aver fatto un peeling poiché l’iperstimolazione della cute potrebbe limitare l’assorbimento di questo principio attivo.