cagli teatro locandina

Il Teatro di Cagli entra nella Rete Amat e presenta la stagione: 8 appuntamenti per tutti i gusti

di Stefano Fabrizi

Che bello fare Rete. Questo in sintesi è il messaggio che è emerso nella conferenza stampa in streaming che il 20 gennaio ha visto la presentazione della stagione del Teatro Comunale di Cagli. Online gli attori di questo evento: da una parte il sindaco della città Aldo Alessandri, l’assessore alla Cultura e vicesindaco Benilde Marini, il direttore del teatro Sandro Pascucci e gli addetti all’ufficio Cultura del Comune; dall’altra i vertici dell’Amat con il presidente Gino Troli, il direttore Gilberto Santini e l’ufficio stampa Luca Celidoni. Un bel momento corale per annunciare che la struttura, che da tempo si è distinta per residenze e importanti cartelloni, entrava a far parte del circuito Amat.

cagli teatro la conferenza

Basta egoismi e protagonismi: insieme è meglio

Tutti gli intervenuti hanno concordato sulla necessità di fare Rete, non a parole, ma con i fatti. Così il matrimonio con Amat, che mette in campo tutta la professionalità acquisita in decenni, e il patrimonio cultura acquisto dalla struttura di Cagli, anche grazie all’operosità di Sandro Pascucci, è una unione destinata a dare buoni frutti. Soddisfatto Troli (che ritornava da Roma dopo aver partecipato alla laurea del figlio Giulio) che ha sottolineato come nell’attuale giunta comunale ha trovato amministratori che credono nella cultura. Sulla stessa lunghezza d’onda Gilberto Santini: quando si parla lo stesso linguaggio la comunicazione è più facile.

La stagione del Teatro Comunale di Cagli e le residenze

A presentare la stagione del Teatro di Cagli lo stesso Pascucci che ha evidenziato come ogni appuntamento non è casuale, ma pensato e voluto. E, stimolato, ha ribadito che le Marche, anche grazie a Cagli che ha fatto da tempo da apripista, sono ricercate per le residenze di allestimento: accoglienze e professionalità ne hanno fatto una bandiera. Ma vediamo al cartellone.

Otto titoli per il nuovo cartellone del Teatro Comunale di Cagli

È prossima al debutto la stagione in abbonamento del Teatro Comunale di Cagli promossa da Comune e Istituzione Teatro e da AMAT con il contributo di MiC e Regione Marche. Il cartellone rientra nell’ambito del progetto RibALTE Marche rete teatrale delle Alte Marche, si compone di un programma in abbonamento di cinque titoli – fra monologhi e allestimenti corali – a cui si aggiunge un progetto speciale fuori abbonamento di tre appuntamenti che uniscono parola e musica. 

Lucia Mascino torna nella sua regione con lo spettacolo “Smarrimento”, uno spettacolo scritto e diretto da Lucia Calamaro
Lucia Mascino in Smarrimento

“Smarrimento”

L’apertura, sabato 29 gennaio, è con “Smarrimento”, scritto e diretto da Lucia Calamaro, una delle più interessanti drammaturghe italiane contemporanee, per e con Lucia Mascino, fra le attrici di teatro TV e cinema attualmente più in vista, entrambe pluripremiate. Prodotto da Marche Teatro e al terzo anno di repliche, “Smarrimento” è un dichiarato elogio degli inizi e del cominciare. Una scrittrice in crisi è alle prese con reading e conferenze organizzate dagli editori per vendere qualche copia di vecchie opere. “Perché quando non si riesce a continuare – ci ricorda la Calamaro – non si può che ricominciare”.

Ascanio Celestini in “Museo Pasolini”
Ascanio Celestini in “Museo Pasolini”

“Museo Pasolini”

Sabato 26 febbraio appuntamento con Ascanio Celestini in “Museo Pasolini”. All’avvio del centenario del grande intellettuale e tuttora coscienza critica del nostro Paese, Celestini ci guida nel suo personalissimo stile in un ipotetico Museo Pasolini, ponendo domande: qual è il pezzo forte del Museo? Cosa dobbiamo cercare? Cosa dovremmo impegnarci ad acquisire o a recuperare? cosa siamo tenuti a fare per conservarlo? Cosa possiamo comunicare attraverso di lui? E infine: in quale modo dobbiamo esporlo?

La compagnia Aller-Retour Thèâtre Paris in “Il medico per forza”
La compagnia Aller-Retour Thèâtre Paris in “Il medico per forza”

“Il medico per forza”

La compagnia italo francese Aller-Retour Thèâtre Paris, già protagonista a Cagli nelle stagioni scorse, propone venerdì 8 aprile e, fuori abbonamento, sabato 9 aprile, “Il medico per forza” spettacolo corale dalla commedia di Molière per la regia di Danuta Zarazik. Facendosi beffa dell’umana credulità, e attraverso la storia di una vendetta di una donna contro un uomo, “solo” perché l’ha ripetutamente bastonata, ancora una volta Molière ci trascina – questa volta per mezzo di una compagnia di Commedia dell’Arte vivace e colorata, premiata nel 2018 con il prestigioso Premio Mois Molière della Città di Versailles – in quel suo mondo dove convivono grottesco, pittoresco e rocambolesco, e in cui vero e verosimile si mescolano creando l’illusione della realtà.

Tullio Solenghi e Massimo Lopez
Tullio Solenghi e Massimo Lopez

“Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show”

Martedì 12 aprile Massimo Lopez e Tullio Solenghi affiancati dalla Jazz Company diretta dal maestro Gabriele Comeglio, sono in scena con il “Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show”: una carrellata di voci, imitazioni, sketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico. In quasi due ore di spettacolo i due showmen, da amici e vecchie volpi del palcoscenico, si offrono alla platea con il loro inconfondibile marchio di fabbrica e un immancabile pensiero ad Anna Marchesini, amica di lunga data e collega nel popolare Trio che li ha fatti conoscere al grande pubblico.

Paola Gassman e Ugo Pagliai con “Romeo e Giulietta. Una canzone d’amore
Paola Gassman e Ugo Pagliai con “Romeo e Giulietta. Una canzone d’amore

“Romeo e Giulietta. Una canzone d’amore”

A chiudere la stagione in abbonamento sabato 30 aprile, è la coppia Paola Gassman e Ugo Pagliai con “Romeo e Giulietta. Una canzone d’amore” di Babilonia Teatri da William Shakespeare, con Enrico Castellani, Valeria Raimondi, Francesco Scimemi e Luca Scotton. In questo “Romeo e Giulietta” i nuovi linguaggi della scena che caratterizzano la poetica di Babilonia Teatri dialogano con la maestria interpretativa di una inossidabile coppia di artisti, a teatro e nella vita, come Ugo Pagliai e Paola Gassman. Il grande classico shakespeariano è qui inquadrato con un radicale ribaltamento di prospettiva che rende protagonista della immortale storia d’amore non più una coppia di adolescenti, ma due attori maturi.

Tre gli appuntamenti fuori abbonamento

Tre gli appuntamenti fuori abbonamento per la sezione Progetti Speciali che, fra febbraio e marzo, nell’ambito degli ‘asili teatrali’ offerti dal Teatro Comunale, propone interessanti contrappunti fra parola, musica, impegno civile e azione scenica.

Andrea Satta e Têtes de Bois in La fisarmonica verde
Andrea Satta e Têtes de Bois in La fisarmonica verde

“La fisarmonica verde”

Protagonista dei primi due spettacoli è il cantante, autore e attore romano Andrea Satta con la sua band Têtes de Bois. Sabato 12 febbraio Satta, per la regia di Ulderico Pesce e accompagnato dal pianoforte di Angelo Pelini (Têtes de Bois) e dalla chitarra di Giorgio Maria Condemi porta in scena (anche con una matinée per le scuole, oltre alla recita serale) “La fisarmonica verde”. Un racconto della Seconda Guerra attraverso il recupero del rapporto tra un padre che, internato in Germania, scampò per puro caso alla strage del campo di concentramento di Lengenfeld dell’aprile ‘45, e il figlio, Andrea, che cerca di ricostruirne i momenti salienti della vita.

Têtes de Bois e Circo El Grito in “Niente di nuovo tranne te”
Têtes de Bois e Circo El Grito in “Niente di nuovo tranne te”

“Niente di nuovo tranne te”

Têtes de Bois e Circo El Grito sono nuovamente protagonisti sabato 19 febbraio con “Niente di nuovo tranne te” proposto a Cagli in anteprima assoluta in chiusura dell’‘asilo teatrale’ per un nuovo spettacolo che fonde musica, parola e arti del circo contemporaneo.

Gang & Carlo Albè in “Quante trame di vita. Il viaggio di Enzo Biagi tra musica e parole”
Gang & Carlo Albè in “Quante trame di vita. Il viaggio di Enzo Biagi tra musica e parole”

“Quante trame di vita. Il viaggio di Enzo Biagi tra musica e parole”

Ultimo dei tre progetti speciali venerdì 25 marzo con Gang & Carlo Albè in “Quante trame di vita. Il viaggio di Enzo Biagi tra musica e parole”. Per raccontare l’Italia dalla Seconda Guerra Mondiale in poi attraverso gli articoli, i frammenti di vita e la capacità innata di non abbassare mai la testa di uno dei più grandi testimoni del nostro tempo, Enzo Biagi e le canzoni dei fratelli Sandro e Marino Severini che almeno una volta nella vita hanno risuonato nella mente di ognuno di noi.

Tutte le informazione

Vendita al botteghino del Teatro aperto il giorno precedente la rappresentazione dalle ore 17 alle ore 19.30 e nei giorni di spettacolo dalle ore 17.

Biglietti anche nei ticket store del circuito AMAT/VivaTicket e online su www.vivaticket.com.

Informazioni botteghino del Teatro Comunale (tel. 0721/781341, orario 17-19.30) e AMAT (tel. 071/2072439, lun-ven orario 10/16) www.amatmarche.net.

Gli spettacoli si svolgono nel rispetto delle normative vigenti di sicurezza sanitaria. Green pass rafforzato e mascherina Ffp2 obbligatori per l’ingresso a teatro.

abbonamenti cagli