locandina corto dorico

Corto Dorico Film Fest 2021, il programma del 7 dicembre: il progetto “Shorts for My Future” con Ciro D’Emilio e la Masterclass di pitching con Ezio Abbate

La presentazione del progetto “Shorts for My Future” con il regista Ciro D’Emilio (Un giorno all’improvviso, L’Ora – Inchiostro contro Piombo), la Masterclass di pitching con lo sceneggiatore Ezio Abbate (Suburra – la serie, I diavoli), Dorico Seriale, una finestra sulla serialità italiana e il focus sul cinema corto spagnolo e la collaborazione con L’Alternativa Festival de Cinema Independent de Barcelona, sono solo alcuni dei tantissimi appuntamenti in programma nella quarta giornata  della XVIII edizione di Corto Dorico Film Fest, il festival cinematografico di Ancona, uno dei più autorevoli e popolari d’Italia per quanto concerne i cortometraggi, diretto dal regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì e dallo sceneggiatore Luca Caprara, fino a domenica 12 alla Mole Vanvitelliana di Ancona.


IL TEMA – Titolo di quest’anno sarà “Anticorpi – Il Cinema per la rigenerazione”, parola che la direzione artistica del Festival ha individuato come “capace” di sintetizzare il tempo che stiamo vivendo.


I CONCORSI  – Il corto Big di Daniele Pini è stato il più votato dal pubblico nella semifinale del concorso nazionale e si è, quindi, aggiunto ai 7 corti finalisti: I miei occhi di Tommaso Acquarone; Tropicana di Francesco Romano; La tecnica di CRIC(Clemente de Muro, Davide Mardegan); Ambasciatori di Francesco Romano; Lia di Giulia Regini; U figghiu di Saverio Tavano; Le buone maniere di Valerio Vestoso. La Finalissima si terrà sabato 11 dicembre  alle 21.15 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana. Mentre il corto Store Policy di Sarah Arnold è stato il più votato dal pubblico alla semifinale del concorso Internazionale e parteciperà alla Finalissima di Short on rights /A Corto di diritti, concorso in collaborazione con Amnesty International Italia, dedicato ai cortometraggi internazionali che trattano temi legati ai diritti umani, sarà venerdì 10 dicembre all’Auditorium della Mole Vanvitelliana. Il programma completo è su www.cortodorico.it


PROGRAMMA di MARTEDÌ 7 DICEMBRE

Ad aprire la quarta giornata di Corto Dorico saranno il secondo e terzo appuntamento con il progetto Oltre le mura, alle 9.30 alla Casa di reclusione di Ancona Barcaglione e alle ore 13.00 alla Casa circondariale di Ancona Montacuto, con la proiezione in anteprima dei corti selezionati per il concorso nazionale cortometraggi e la discussione collettiva e partecipata di quanto visto sullo schermo. Corto Dorico continua a varcare le mura dei luoghi di reclusione, con un progetto che al Festival sta molto a cuore, quello di portare l’arte cinematografica tra i detenuti, favorendo momenti di incontro e di scambio culturale, fuori da qualsiasi discriminazione e pregiudizio. Come sempre Oltre le mura è anche uno dei premi del Festival, il Premio Ristretti oltre le mura, con i detenuti che avranno il compito di assegnare il Premio al miglior cortometraggio. Con il patrocinio del Garante regionale dei diritti della Persona – Avv. Giancarlo Giulianelli (ingresso riservato a invito).


Corto Corico Film Fest diventa sempre più completo scegliendo di occuparsi anche di pitching, in collaborazione con l’Accademia del cinema Renoir e Road to Pictures Film e il contributo di Fondazione Marche Cultura. Il pitching è il momento in cui gli autori/registi con i propri progetti incontrano il mercato, ovvero i produttori (cinematografici e televisivi) cercando di convincerli in pochi minuti della bontà della loro idea al fine di valutarne il possibile finanziamento e la successiva realizzazione. La presentazione del progetto “Shorts for My Future” a partire dalle ore 15.30 nella Sala delle Polveri alla presenza di Ciro D’Emilio, regista e direttore artistico dell’Accademia del cinema Renoir e, a seguire, si svolgerà la masterclass di pitching che sarà tenuta dallo sceneggiatore Ezio Abbate (Suburra – la serie, I Diavoli).


Alle ore 16.00 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana ci sarà proiezione dei cortometraggi degli autori selezionati che i produttori avranno la possibilità di visionare: Rosario Capozzolo (regista di Peggie), Valerio Vestoso (Le Buone Maniere), Lucia Bulgheroni (Inanimate), Ryan William Harris (Eggshell), Giacomo Sebastiani (Zheng), Giulia Di Battista (Centro Metri Quadri), Rossella Laeng (Taxiderman) cui si aggiunge Mounir Derbal (Nel Blu), giovane autore selezionato dall’Accademia del Cinema Renoir. (attività riservata agli autori selezionati – ingresso libero per gli uditori)


Alle ore 17.00 alla Sala Boxe della Mole Vanvitelliana nell’ambito di Dorico virtuale – proiezioni in VR a curadel più importante regista e produttore italiano di contenuti VR Omar Rashid, verrà presentato Lockdown 2020 – l’Italia invisibile di Omar Rashid con la voce di Matilde Gioli e Vinicio Marchioni. Un film VR documentario, un tour per raccontare un’Italia che nessuno poteva vedere, ma che era lì, immobile nella sua maestosità. Matilde Gioli e Vinicio Marchioni accompagnano gli spettatori che partecipano a questo viaggio. Danno voce alle parole di Laura Accerboni che racconta attraverso la poesia lo spaesamento che tutti abbiamo vissuto, la distanza, il turbamento. Il film verrà replicato sempre in Sala Boxe alle ore 18.00 – 19.15 – 20.15.  (ingresso 5 euro 10 posti disponibili per ciascuna proiezione)


Alle ore 18.30 alla Sala delle Polveri della Mole Vanvitelliana sarà la volta di Dorico seriale
una finestra sulla serialità italiana 
con un incontro con lo sceneggiatore Ezio Abbate (Suburra – la serie, I diavoli)  e il regista Ciro D’Emilio (Un giorno all’improvviso, L’Ora – Inchiostro contro Piombo). Modera lo sceneggiatore Emanuele Mochi. Dopo l’incontro della scorsa edizione con Paolo Bernardelli, autore di Sanpa, prosegue la finestra dedicata da Corto Dorico al mondo della serialità. Con la presenza sempre più massiccia delle piattaforme streaming anche in Italia si assiste a un proliferare sempre maggiore di serie tv. Finora la nostra narrazione di maggiore successo è stata l’epica criminale di GomorraRomanzo Criminale e Suburra, ma cosa ci aspetta nel prossimo futuro? E in questo scenario sempre più seriale, che ne sarà dei film? (ingresso libero)

Alle ore 19.00 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana proiezione di Duedi Filippo Meneghetti, in collegamento video il regista, secondo film della sezione Salto in Lungo, il consolidato concorso per lungometraggi dedicato alle opere prime di autori italiani capaci di esordire nel lungometraggio dopo l’esperienza nel mondo dei corti e del cinema documentario.È il suo film d’esordio, vincitore del Premio César per la migliore opera prima e candidato a rappresentare la Francia nella corsa all’Oscar per il miglior film straniero. È la storia di due donne mature, Nina e Madeleine, che si amano in segreto da decenni, perché l’amore omosessuale e in età adulta è un tabù sociale fortissimo ancora oggi. Tutti, compresi i parenti di Madeleine, pensano che siano solo vicine di casa. Ma quando la routine di ogni giorno viene sconvolta da un evento improvviso l’amore fra le due è messo alla prova. (ingresso 5 euro)


Alle ore 20.15 alla Sala delle Polveri della Mole Vanvitelliana appuntamento con L’Alternativa – focus sul cinema corto spagnolo. Vetrina di cortometraggi internazionali fuori concorso in collaborazione con L’Alternativa Festival de Cinema Independent de Barcelona. Proseguono le collaborazioni di Corto Dorico con alcune tra le più innovative proposte festivaliere internazionali. Dopo la Germania con lo ZEBRA Poetry Film Festival, quest’anno il focus sarà su una delle realtà europee più interessanti per quanto riguarda il cinema corto contemporaneo: la Spagna. Protagonista del focus è una selezione di 11 cortometraggi indipendenti, tutti programmati nel recente passato dal Festival L’Alternativa di Barcellona. In questo prima parte saranno proiettati: La disco resplandece di Chema García Ibarra, I don’t think it’s going to rain di Adrià Guxens, Ara crema di Núria Gascón Bartomeu, Transastralisme di Eva Ortega Puig, Exactamente mas o menos entonces haces esto di Rafa Castañer Masdeu, G/R/E/A/S/E di Antoni Pinent.(ingresso libero)


Alle ore 21.15 all’Auditorium della Mole Vanvitelliana proiezione de Il Legionario di Hleb Papou,alla presenza del regista e dello sceneggiatore Emanuele Mochi, terzo film della sezione Salto in Lungo.Il Legionario è la sua opera prima, già premiata a Locarno dove Papou ha vinto il premio come miglior regista esordiente nella sezione Cineasti del Presente. Protagonista del film è Daniel, unico poliziotto di origine africana del Reparto Mobile di Roma, soprannominato Ciobar dai colleghi. Ha un unico, enorme, problema: deve sgomberare un palazzo occupato a San Giovanni in cui vivono oltre centro famiglie. Una è quella di sua madre e suo fratello. 

Alle ore 21.30 alla Sala Boxe della Mole Vanvitelliana prosegue Dorico virtuale – proiezioni in VR conla replica di Segnale d’Allarme – La Mia Battaglia VR di Omar Rashid e Elio Germano con Elio Germano. (ingresso10 euro – 10 posti disponibili)


Il Festival Corto Dorico è co-organizzato dall’associazione Nie Wiem e dal Comune di Ancona con il contributo del MiC, Regione Marche, Università Politecnica delle Marche, Fondazione Marche Cultura e Garante Regionale dei Diritti della Persona – Marche, con il sostegno di Amnesty International Italia, Polo9, Associazione La Locura. 


INFO BIGLIETTI – Per assistere al “Corto Dorico Film Fest 2021” è possibile acquistare i biglietti in prevendita, con ddp disponibili su https://www.liveticket.it/cortodorico e nei punti vendita convenzionati consultabili https://www.liveticket.it/point. Si consiglia di effettuare la prenotazione per evitare assembramenti al botteghino soprattutto per le semifinali e finalissime dei concorsi nazionale e Internazionale (Short on rights /A Corto di diritti).

www.cortodorico.it

https://www.facebook.com/corto.dorico/

https://www.instagram.com/cortodorico/