Taglio del nastro dello stand di Giunta e Consiglio Marche alla XXXIII edizione del Salone internazionale del Libro di Torino

Taglio del nastro dello stand di Giunta e Consiglio Marche alla XXXIII edizione del Salone internazionale del Libro di Torino

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Al via la XXXIII edizione del Salone internazionale del Libro di Torino con la tradizionale e significativa presenza dello stand di Giunta e Consiglio regionale, che, fino all’intera giornata di domenica 17 ottobre, ospiterà un ricco programma di eventi, iniziative e presentazioni librarie, realizzato in collaborazione con la Fondazione Marche Cultura.


Lo stand, inaugurato con il taglio del nastro della consigliera Segretario Micaela Vitri e della consigliera Chiara Biondi, vedrà la partecipazione di quattro festival letterari e venti editori con trenta titoli diversi, ma fungerà anche da prestigiosa vetrina per importanti accadimenti culturali, ricorrenze  e appuntamenti celebrativi della regione Marche.


Il Festival MArCHESTORIE, il cinquecentenario della nascita di Sisto V, i 75 anni della scoperta dei Bronzi dorati di Pergola, i 100 anni dal primo allestimento in scena dello Sferisterio sono soltanto alcuni dei temi che faranno da sfondo e si rincoreranno durante i quattro giorni di appuntamenti allo stand delle Marche. Programma che si è aperto con una riflessione ispirata dai volumi, editi nella collana dei “Quaderni del Consiglio”, curati dal prof.Giancarlo Galeazzi, “Il Pensiero di Papa Francesco” e “Lo stile dialogico di Papa Francesco”.


Protagonisti dell’appuntamento dal titolo “In dialogo con Papa Francesco” il Cardinale Edoardo Menichelli e il giornalista di “Avvenire” Riccardo Maccioni.


Nel corso della giornata, poi, la presentazione dell’Associazione italiana biblioteche delle Marche e dei progetti in corso, con Stefania Romagnoli e Silvia Seracini, in rappresentanza dell’AIB, e la consigliera regionale Chiara Biondi alla quale, successivamente, spetterà anche il compito di presentare la legge regionale, approvata nel marzo scorso, sul “Riconoscimento di Fabriano come Città della carta e della filigrana e di Ascoli Piceno e Pioraco come Città della carta”.


In chiusura di giornata, la presentazione del nuovo catalogo dedicato al “Museo dei Bronzi Dorati e della Città di Pergola” e l’appuntamento celebrativo del Festival del pensiero plurale di Ancona con il prof.Giancarlo Galeazzi, ideatore e direttore della manifestazione, collegato in videoconferenza.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin