X-MACHINE_1_foto-©Andrea-Avezzu_Courtesy-La-Biennale-Venezia.jpg 16 Ottobre 2021 153 KB 2126 per 1418 pixel Modifica immagine Elimina definitivamente Testo alternativo Descrivi lo scopo dell'immagine(si apre in una nuova scheda). Lascia vuoto se l'immagine è puramente decorativa.Titolo X-MACHINE_1_foto ©Andrea Avezzù_Courtesy La Biennale Venezia Didascalia

Ø SCENE al Loop di Osimo: sabato 16 ottobre, x-machine

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Sabato 16 ottobre, ore 21.30, con Il Teatro dei Servi Disobbedienti di Bologna e la loro x-machine | linea uno si chiude la rassegna Ø SCENE, l’osservatorio sulla scena contemporanea, che ha raccolto al Loop Club di Osimo, sotto la direzione artistica di Giacomo Lilliù, tre gruppi selezionati nell’ambito regionale (Marche) e nazionale, che rispondessero ai criteri di innovazione e sperimentazione, secondo una combinazione di stili, discipline e attitudini diverse.


Un progetto teatrale fortemente sostenuto da MALTE e Collettivo ØNAR con il Loop Live Club, con la collaborazione di AMAT e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Osimo.


La compagnia Teatro dei Servi Disobbedienti (TSD), nata a Bologna nel 2013, e fondata dalla regista e scenografa Federica Amatuccio e dal compositore e sound designer Andrea Gianessi, raccoglie nel proprio gruppo artisti provenienti da tutto il territorio nazionale, per realizzare pièce originali il cui lavoro si focalizza sull’interazione fra teatro, danza, azione fisica e musica, con particolare attenzione per l’utilizzo di elementi multimediali come video proiezioni e sound design.


x-machine (finalista al bando Biennale College Registi Under 30 – La Biennale di Venezia 2020 e segnalato da Hystrio – trimestrale di teatro e spettacolo nel numero 4 – 2020) è un dispositivo, una macchina per manipolare oggetti di tipo x. “Noi agiamo sempre dentro dei dispositivi, apparteniamo ad essi. Un dispositivo è una relazione di forze, di saperi e di poteri, una matassa di linee che si aggrovigliano e si fratturano”.


Il progetto completo, che prevede la realizzazione di tre linee, tre studi autonomi, uno per ogni strumento musicale, è uno spettacolo completo che intreccia le tre linee in una struttura drammaturgica più ampia. Al Loop di Osimo, per Ø SCENE, sabato 16 ottobre viene presentato x-machine | linea uno  con Jacopo Giacomoni (sax) e Andrea Gianessi (machine). “Nel nostro dispositivo scenico, x-machine, c’è un vincolo iniziale: una sorgente sonora acustica – uno strumento musicale suonato dal vivo – viene elaborato attraverso l’elettronica; l’elaborazione avviene rigorosamente dal vivo, senza nulla di pre-registrato. Il microfono è il solo input consentito, tutti i suoni amplificati sono generati da esso. La composizione estemporanea che ne deriva ha come concetti chiave la modularità, la ripetizione, la stratificazione e le possibilità combinatorie e aleatorie. I suoni sono elaborati elettronicamente da un compositore e sound designer. I performer abitano il dispositivo, ne percorrono le linee, si relazionano con la macchina attraverso il microfono, ma allo stesso tempo cercano di sfuggire, di creare un percorso soggettivo che modifichi la disposizione, perché fuori dalla macchina essi non hanno suono amplificato, ma solo quello acustico che gli è proprio”.


Inizio spettacoli ore 21.30; biglietti 7 €.


Informazioni: loopliveclub@live.it, collettivo.onar@gmail.com, www.looplive.org, www.maltezoo.eu.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin