Samira-Golbaz-1

Mugellini Festival: domenica 17 concerto di musica persiana antica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Il Mugellini Festival nell’anno dell’Anniversario dei 150 anni dalla nascita del celebre compositore e didatta marchigiano Bruno Mugellini, dedica un omaggio alla cultura persiana con  un imperdibile concerto di musica antica nel suo terzo appuntamento domenica 17 ottobre alle ore 17,30,  nella suggestiva Cappella della Congrega dei Contadini di Potenza Picena.


Un fantastico  viaggio nella musica persiana tradizionale, mistica e contemplativa che offre messaggi di bellezza, gioia, dolore e amore, un  tratto distintivo della cultura della Persia, dove la convivenza  di popolazioni di diversa etnia e religione con le proprie tradizioni culturali, ha creato nel tempo  un panorama musicale complesso e affascinante.


Un’ influenza di culture differenti visibile anche dagli strumenti musicali tradizionali dove l’arte degli artigiani,  nei pregevoli intarsi e decorazioni degli strumenti, si fonde con l’abilità dei maestri costruttori in meravigliosi strumenti che contengono in se il meglio dell’influenza reciproca proveniente da ambiti geografici e culturali diversi.


Il Concerto verrà diretto dal direttore d’orchestra, nonché celebre  musicista di Tar, l’antichissimo strumento a sei corde simile al liuto, l’iraniano Hamid Motabessem, fondatore dell’Associazione “Tar e Setar”, con la quale organizza concerti e seminari in tutto il mondo. Tra le sue innumerevoli composizioni e interpretazioni apprezzate a livello internazionale risalta l’album Shoorideh vincitore del premio della rivista di musica “Lemond” e del premio del Ministero della Cultura francese come miglior musica dell’anno 2003.


A suonare il Kamancheh, l’antico strumento ad arco persiano sarà il talentuoso musicista e insegnate iraniano  Alireza Mehdizadeh che vanta al suo attivo oltre cento concerti di grande successo in Iran, Nord America, Europa e Australia.


Il Tombak,  tradizionale strumento a percussione persiano a forma di calice, fabbricato in legno in un unico pezzo, sarà suonato da Mohsen Kasirossafar valente musicista che ha collaborato con i più grandi artisti tra cui Ennio Morricone, Fabrizio De Andre, Mauro Pagani,  Giancarlo Schiaffini, Giorgio Battistelli, Angelo Branduardi, Paolo Vivaldi, Rita Marcotulli, Daniele Sepe, il duo Antonello Salis e Alessandro Satta e molti altri.


Ha al suo attivo numerosissime incisioni discografiche e ha partecipato a molti festival

musicali italiani ed europei e programmi radiotelevisivi.

Samira Golbaz suonerà  il setar lo strumento della famiglia del liuto creato in Persia prima dell’avvento dell’Islam. Samira Glbaz laureata in Musica in Persia ha appreso le tecniche dell’esecuzione del setar presso i grandi maestri, collabora e suona il setar insieme a grandi e importanti orchestre in diversi paesi e festival internazionali di musica.

A dare voce alle suggestive note degli antichi strumenti persiani sarà la giovane artistairaniana Sara Hamidì. Classe  1987,  Sara Hamidi ha studiato canto presso i migliori maestri della musica tradizionale persiana, ha proseguito gli studi a Parigi presso il Conservatoire Saint Mauer e conseguito il dottorato in Studi Musicali al Conservatoire Marcel Dupre. Insegna musica tradizionale persiana e partecipa a numerosi concerti anche come cantante d’opera in molti  paesi del mondo.


Aprirà il concerto Nikzad Behzad con una conferenza  sulla storia e simbologia del tappeto persiano.


Per assistere al concerto del Mugellini Festival è necessaria la prenotazione sul sito del festival  Errore. Riferimento a collegamento ipertestuale non valido.(https://www.ciaotickets.com/biglietti/anteprima-mugellini-festival-potenza-picena) o in tutti i punti vendita Ciaotickets al costo di 5 euro.


Sarà possibile seguire il concerto di musica antica persiana in diretta streaming sulla pagina Facebook del Mugellini Festival


www.mugellinifestival.it

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin