teatro della regina cattolica

Cattolica, sui palcoscenici del Teatro della Regina e del Salone Snaporaz 20 titoli dal 28 ottobre al 12 aprile

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Cattolica_StagioneTeatrale2021-22

di Elisabetta Liz Marsigli

Marisa Laurito, Geppy Gleijeses, Gabriele Lavia, Marco Paolini, Pippo Delbono, ma anche Paolo Cevoli e Alessandro Fullin e ancora Iaia Forte con Javier Girotto, Marco Martinelli con Ermanna Montanari, Ivano Marescotti con Mirko Casadei, fino ai Kepler-452 e agli OvO, senza dimenticare la Filarmonica Toscanini e il Balletto di Milano: il teatro della Regina di Cattolica riparte con una stagione ricca e intensa, tra prosa, danza e teatro comico e proposte di nuova drammaturgia, sui palcoscenici del Teatro della Regina e del Salone Snaporaz, in una programmazione che vede 20 titoli dal 28 ottobre al 12 aprile.


«C’è un gran desiderio di ritrovarsi per condividere finalmente quelle emozioni che solo lo spettacolo dal vivo riesce a trasmettere. – ha commentato la direttrice artistica Simonetta Salvetti che ha presentato la stagione, insieme al direttore di Ater Fondazione Roberto De Lellis e Silvio Castiglioni – I teatri di Cattolica ripartono con una proposta che va incontro alle diverse esigenze e ci ha sempre premiato».


In attesa delle decisioni del governo, che dovrebbe riportare la capienza dei teatri all’80%, la stagione si divide in due, con possibilità di acquisto biglietti a carnet fino a dicembre (dal 19 ottobre) e dal 23 novembre per gli spettacoli da gennaio in poi. La musica dal vivo sarà protagonista del primo appuntamento che omaggia Dante: il Salone Snaporaz accoglierà la sonorizzazione dal vivo di “Inferno” (1911), primo film italiano sulla Divina Commedia, che vedrà sul palco gli OvO, band indie noise rock, formata da Stefania Pedretti e Bruno Dorella.


Alla Regina, il 3 novembre, si parte con Fedeli d’Amore, un “polittico in sette quadri” di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari. L’amore è anche il tema fondante dello spettacolo di Pippo Delbono (20/11), mentre l’amore che condanna a una solitudine amara, è il protagonista di “Interno familiare”, racconto tratto dalla raccolta Il mare non bagna Napoli di Anna Maria Ortese, che sarà portato in scena il 25 novembre dalla voce di Iaia Forte e dal sax di Javier Girotto.


Nel periodo natalizio saranno 3 gli appuntamenti tra danza e musica, mentre, da gennaio, sono da segnalare: la Medea di Silvio Castiglioni, Mario Perrotta con una riflessione sull’artista e sulla solitudine dell’uomo Antonio Ligabue e l’ultimo lavoro di Marco Paolini in “Sani!”.


Per informazioni contattare il numero 0541/966778. Inizio spettacoli ore 21.15. Accesso a teatro con Green pass.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin