villa_buonaccorsi_potenzapicena1

Villa Buonaccorsi di Potenza Picena, sopralluogo del Ministero per valutare l’esercizio del diritto di prelazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Nei giorni scorsi il ministero della Cultura ha effettuato un primo sopralluogo a Villa Buonaccorsi di Potenza Picena. Lo ha comunicato in una nota il sottosegretario alla Cultura, Lucia Borgonzoni che, dopo l’interessamento al caso del presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli e dell’assessore alla Cultura Giorgia Latini, si è occupata delle necessarie verifiche da parte della competente Soprintendenza.


Il presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli: “La scorsa settimana si è tenuta una riunione tra Regione e il Comune di Potenza Picena, alla presenza dei tecnici regionali e comunali, il sindaco Noemi Tartabini e il vicesindaco Giulio Casciotti, che aveva ad oggetto la definizione dell’esercizio del diritto di prelazione nei confronti di Villa Buonaccorsi. Considerato che l’articolo 60 del Decreto legislativo 42/2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) pone in capo al Ministero la priorità, su tutti gli altri enti, di poter esercitare tale diritto, o la rinuncia a favore della Regione o del Comune, a seguito di quell’incontro ho cercato il Ministro Franceschini e il Sottosegretario Borgonzoni per comprendere l’eventuale interesse del Ministero. Nel tardo pomeriggio di ieri il Ministro Franceschini mi ha chiamato e, dopo una interlocuzione per le vie brevi avvenuta questa mattina tra le rispettive strutture tecniche, si è definito l’orientamento che mi ha comunicato poco fa il dottor Orsetti, dirigente regionale incaricato di seguire la vicenda, e cioè che al termine di tutte le procedure per l’aggiudicazione del bene, sarà il Ministero ad esercitare il diritto alla prelazione su Villa Buonaccorsi. Successivamente si stipulerà una convenzione per la valorizzazione e gestione e la somma che la Regione intendeva destinare alla prelazione sarà da subito messa a disposizione per i primi interventi necessari. Ringrazio il Ministro Franceschini e tutti quanti si sono adoperati, in particolare il Sottosegretario Borgonzoni e l’assessore alla cultura Giorgia Latini che fin da questa estate hanno raccolto gli input del Comune e del territorio a seguire questa vicenda, dimostrando grande interesse nei confronti di un bene che ha una forte valenza di carattere artistico e culturale e che rappresenta un patrimonio per tutta la comunità regionale e nazionale. Esprimo viva soddisfazione per un risultato significativo conseguito. “


L’assessore regionale Giorgia Latini congiuntamente con le dichiarazioni del presidente Acquaroli, che ha sottolineato gli esiti positivi di una riunione tra la Regione e il Comune di Potenza Picena, ha espresso la sua soddisfazione: “ Finalmente si apre la procedura per esercitare l’articolo 60 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, che assicura il diritto di prelazione al Ministero per beni come Villa Buonaccorsi. Già dalla prossima settimana potremo avere una risposta in merito. In questo modo – conclude l’assessore Latin-  grazie all’intervento del sottosegretario Lucia Borgonzoni che ha interessato anche il Ministro, il Governo si fa carico di un pezzo importante del nostro patrimonio regionale. Una volta che la prelazione sarà definita, si avvierà un percorso condiviso per la valorizzazione e la gestione di questo bene di grande valore culturale e architettonico da parte della Regione Marche”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin